L’angolo del consiglio ecologico: i mille usi dell’aceto

mercoledì, agosto 01, 2012

Ciao ragazze!

Ecco il secondo appuntamento con la rubrica “L’angolo del consiglio ecologico”.

3 prova

Oggi vorrei parlarvi di un mio insostituibile alleato, l’aceto, e dei suoi mille utilizzi.

Prodotto tramite l’aggiunta, al vino o al sidro, della madre dell’aceto, un composto gelatinoso dove si annida il cosiddetto acetobacter aceti, è un prezioso alleato tanto nell’alimentazione, quanto nelle pulizie domestiche e per la nostra bellezza.

E, soprattutto, è economico ed ecologico!

usi_aceto

Io lo utilizzo così.

In casa images

Per la pulizia dei pavimenti

Unire ad un secchio d’acqua molto calda, l’equivalente di una tazzina da caffè di aceto, una goccia di detersivo per piatti e, opzionalmente, due o tre gocce di olio essenziale (io uso quello di limone).

Ne otterrete un validissimo detergente per pavimenti, sgrassante ed igienizzante.

Da non usare su marmo o parquet.

Per la pulizia di vetri, superfici in vetro, cristalli

Mettere in uno spuzzino, in parti uguali, acqua e aceto.

Io di solito faccio anche così: metto dell’aceto direttamente su una spugnetta e lo passo sul vetro, poi asciugo con un panno.

Ogni traccia di sporco viene rimossa e i vetri rimangono più a lungo puliti.

N.B. La prime volte, se avete utilizzato solo detergenti per vetri in commercio, vi sembrerà di non eliminare perfettamente ogni residuo: in realtà questo è dovuto solo dai  rimasugli sintetici del vecchio detergente che ci mettono un po’ ad essere eliminati!

Pulizia frigorifero e forno

Sono elettrodomestici a stretto contatto con il cibo, quindi eviterei come la peste i prodotti chimici per la pulizia.

In genere anche qui uso una spugnetta inumidita di aceto puro, quindi risciacquo il tutto.

Il forno lo lascio prima riscaldare un po’ in modo che tutto risulti facilitato dal calore.

E’ un metodo sgrassante, igienizzante e utile nel rimuovere odori sgradevoli.

Pulizia pentole e bollitori

Detergere il pentolame con aceto e qualche goccia di detersivo per piatti.

Se un tegame è particolarmente incrostato,  si può lasciare agire l’aceto sulla parte tutta la notte, quindi si procede al normale lavaggio.

Per i bollitori, unire due parti di aceto ad una di acqua ed una manciata di sale, quindi scaldare il tutto. Togliere dal fuoco e lasciare agire tutta la notte.

Per la pulizia della caffettiera

Strofinare con una spugnetta imbevuta, quindi risciacquare abbondantemente.

Bagno

Per pulire e far risplendere le piastrelle, basta passare una spugnetta imbevuta di aceto.

Ottimo anche per rimuovere calcare ed opacità dai sanitari: lasciare agire circa  minuti e risciacquare.

Per la pulizia filtri di rubinetti e docce, lasciare in ammollo in una recipiente con aceto puro per qualche ora.

Scarichi intasati

Versare nello scarico mezzo litro di aceto, lasciare agire anche tutta la notte senza far scorrere acqua.

Pulisci lavastoviglie

Periodicamente, fare un ciclo a vuoto a temperatura massima e versando un litro di aceto.

Pulizia tappeti

Dopo aver passato l’aspirapolvere, pulire il tappeto con un panno imbevuto di aceto in direzione del pelo. Serve per ravvivare i colori e togliere gli odori oltre che a igienizzare.

N.B. Testare prima su una piccola parte: non tutti i tappeti sono uguali e non sostituisce il vero e proprio lavaggio.

In lavatrice

Due tazzine da caffè di aceto, aggiunte al posto dell’ammorbidente, renderanno i tessuti più morbidi ed elimineranno i residui di detersivo dagli indumenti, biancheria.

Ottimo anche come antinfeltrente lana.

Un ciclo a vuoto con un litro di aceto, a 90° igienizzerà la lavatrice a fungerà da anticalcare.

Tastiera pc

Per disinfettare la tastiera del pc, utilizzare due panni. Uno intriso di aceto e, subito dopo, l’altro intriso in acqua ossigenata a 12 volumi

Per la bellezza disegno-di-specchietti-rossetto-trucco-donna-da-colorare-300x300

Per i capelli

In una bottiglia d’acqua da due litri aggiungere mezza tazzina da caffè di aceto di mele.

Aiuta a ristabilire la naturale acidità del capello, rimuove residui di calcare dall’acqua, chiude le squame e rende lucidi i capelli.

Utile anche per chi ha problemi di forfora.

Pediluvio

Un pediluvio con acqua e aceto ( una tazzina per una bacinella media o nell’acqua del bidet) contribuisce a combattere il cattivo odore e le infezioni micotiche, come l’onicomicosi.

Per la pelle

Per le macchie: tamponare un batuffolo di cotone imbevuto sulla zona da trattare ogni sera.

Peeling naturale viso: mescolare l’aceto a dell’argilla bianca ed un po’ di acqua, fino a rendere il composto omogeneo. Testare prima su una piccola parte del viso.

Per un bagno rilassante

Mezzo litro nell’acqua della vasca da bagno è utile anche per alleviare la stanchezza dopo una giornata lavorativa particolarmente intensa.

Come tonico

Versare in una boccetta una parte di aceto di mele e cinque di acqua. E’ utile per combattere l’acne, ha un effetto distensivo e restringe i pori.

Inoltre ristabilisce il ph naturale della pelle e il colorito. Pare infatti che se la pelle è acida, stimoli l’irrorazione di sangue, mentre se la si tratta con sostanza alcaline, diventi pallida.

Per mani e talloni screpolati

Un composto in parti uguali di aceto e olio d’oliva , nutre ed elimina le screpolature.

Per la salute images2

Un cucchiaio di aceto di mele, sciolto ogni mattina in un bicchiere d’acqua, pare servire come elisir di lunga vita.

Pare sia diuretico, in grado di bruciare i grassi in eccesso (?), mineralizzante e battericida.

Pare anche essere utile contro disturbi digestivi, inappetenza, emicrania, stanchezza…

Per il mal di denti

Far bollire uno spicchio d’aglio ed un bicchiere d’aceto. Lasciare intiepidire e usare per risciacqui insistendo sulla parte dolorante.

Inoltre qualche gargarismo con acqua e aceto è utile quando sono presenti delle piccole feritine all’interno della bocca , mal di gola e per combattere il tartaro.

Punture d’insetti

Applicare un batuffolo di cotone imbevuto di aceto sulla puntura. Utile anche per punture di vespe e api. Allevia il dolore e il rossore.

 

  • Share:

You Might Also Like

14 commenti

  1. Ciao cara
    allora per i capelli l'ho usato e mi ha fatto smettere di gratta, per il frigo io lo unisco anche al bicarbonato e per togliere l'odore di pesce anche al limone, per i pavimenti proverò prossimamente. Grazie sono consigli utilissimi. Baci buona giornata Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessia, sono felice possa interessare questo post. Per l'utilizzo di aceto e bicarbonato, bisogna stare un po' attenti, come certamente già saprai, in quanto acido e basico reagiscono. Ad esempio, io uso cospargo il tagliere con del bicarbonato e poi verso l'aceto sopra. Si pulisce bene.
      Un bacio.

      Elimina
  2. interessantissimo
    iolo uso spesso per le punture di zanzare!!
    un bacioneeeeeeeeee

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia di post, lo condivido subito su facebook!
    Io per il momento lo uso solo sui capelli e sull'insalata, ma voglio provare ad usarlo anche per i pavimenti.
    Grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Onorata che il post possa essere interessante! Grazie a te

      Elimina
  4. post davvero interessantissimo! alcuni utilizzi li conoscevo, di altri non c'avrei mai pensato :D postane ancoraaa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale, sicuramente lo farò. Un bacio ;)

      Elimina
  5. Caspita quante idee!!
    io anche lo uso per tante cose ma alcuni utilizzi non li conoscevo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manu io lo utilizzo un po' per tutto con ottimi risultati. Ciao!

      Elimina
  6. complimenti per il tuo blog!mi piace molto! io ne ho appena aperto uno ti va di passare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Certo, mi piace sempre leggere nuovi post, ciao

      Elimina
  7. io lo uso solo per l'insalata e per le punture d'insetto, non sapevo di tutti questi utilizzi, molto interessante questo post!! ^^

    RispondiElimina

Ogni vostro commento è per me importante.
Grazie di cuore! ♥